Corpo Europeo di Solidarietà

Corpo europeo di solidarietà: online la piattaforma per scegliere i giovani candidati

A partire da marzo 2017, dopo l’istituzione del Corpo Europeo di Solidarietà (CES) e dell’apertura delle registrazioni per i giovani europei dai 18 ai 30 anni, è ora attiva la banca dati tramite la quale gli enti possono individuare potenziali dipendenti, tirocinanti o volontari interessati a partecipare al loro progetto di solidarietà.

Con la piattaforma on line le organizzazioni possono intercettare direttamente i giovani, grazie anche alle informazioni, oltre ai dati personali che hanno caricato durante l’iscrizione: competenze, esperienze, disponibilità, preferenze, motivazioni e curriculum vitae.

Gli enti autorizzati a proporre esperienze sono di vario tipo: organizzazioni non governative, organizzazioni della società civile, enti locali, regionali e nazionali o imprese sociali. Per ora – ma l’obiettivo è ampliare la platea nei prossimi mesi – gli enti autorizzati ad iscriversi alla piattaforma per il matching con i giovani sono quelle che hanno ottenuto delle sovvenzioni per partecipare con un progetto al CES tramite gli otto programmi di finanziamento dell’UE che prevedono l’integrazione con il CES: Erasmus+ con il suo Servizio Volontario Europeo; Programma UE per l’Occupazione e l’Innovazione Sociale (EaSI); LIFE per l’ambiente; Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (AMIF); Public Health per la salute; Europa per i Cittadini; Fondo Europeo Regionale per lo Sviluppo attraverso il programma Interreg; Fondo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.

Per partecipare ogni organizzazione dovrà inoltre sottoscrivere il mandato e i principi del Ces e aderire alla Carta del Corpo Europeo di Solidarietà, che stabilisce i diritti e le responsabilità durante tutte le fasi dell’esperienza.

A partire dalla sua istituzione, circa 24 000 giovani europei si sono registrati al Corpo europeo di solidarietà; l’obiettivo è raggiungere i 100 000 partecipanti entro la fine del 2020.