Il Festival dello Sviluppo sostenibile fa tappa a Milano il 1° giugno

Festival dello Sviluppo Sostenibile 2017

Il Festival dello Sviluppo sostenibile fa tappa a Milano il 1° giugno

ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – che riunisce oltre 160 organizzazioni e reti della società civile, ha promosso quest’anno il primo Festival dello Sviluppo Sostenibile, una grande manifestazione di sensibilizzazione e di elaborazione culturale-politica, diffusa su tutto il territorio nazionale, dal 22 maggio al 7 giugno.

Milano ospiterà, giovedì 1 giugno all’UniCredit Pavilion, l’evento dedicato al contributo del settore privato al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.
La mattinata si articolerà in due sessioni: nella prima, i vertici di alcune delle principali organizzazioni del mondo imprenditoriale si confronteranno con il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e con il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti; nella seconda parte, due panel vedranno la partecipazione di rappresentanti del mondo delle imprese e della finanza impegnati nello sviluppo sostenibile.
Parallelamente, la sala Greenhouse, al primo piano del Pavilion, ospiterà una rappresentanza degli studenti delle principali Business school di Milano, che avranno l’opportunità di dialogare con imprenditori all’avanguardia e protagonisti della vita economica, con un’esperienza interessante da condividere riguardante lo sviluppo sostenibile. Successivamente, i direttori delle Business school coinvolte ed esperti della tematica discuteranno come i temi dello sviluppo sostenibile possano diventare centrali nei programmi di formazione dei manager.

Nel pomeriggio, alle 15.30, è prevista la proiezione gratuita di due film, selezionati in collaborazione con Sky Cinema e con CinemAmbiente: “Domani” (Sala Tiglio), un documentario on the road alla ricerca di risposte per salvaguardare l’ambiente e le generazioni future, e “Thank you for the rain” (Sala Greenhouse), l’emblematica storia di un contadino keniota che documenta, per cinque anni, gli effetti del cambiamento climatico sulla sua famiglia e sul suo villaggio (v.o. con sottotitoli). Durante l’evento si potrà assistere ad una mostra d’arte selezionata dalla collezione UniCredit che richiama gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals –SDGs nell’acronimo inglese).

Il contesto
Dal settembre 2015, ovvero dalla sottoscrizione dall’Agenda 2030 da parte dell’ONU, tutti i Paesi del mondo, organizzazioni internazionali, governi nazionali, enti territoriali, associazioni, imprese e società civile, sono impegnati nel raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. L’Agenda 2030 è stata sottoscritta anche dall’Italia e il 3 febbraio 2016 è nata l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile.

I 17 SDGs, articolati in 169 traguardi molto concreti, puntano a realizzare un modello nuovo di sviluppo che sia, appunto, equo e sostenibile nel suo complesso. Un sondaggio realizzato per la Fondazione Unipolis, segnala come l’84% degli italiani si dice favorevole a politiche per lo sviluppo sostenibile, una percentuale che sale al 93% tra i giovani, i quali vedono come prioritarie le politiche a favore della protezione dell’ambiente molto più degli anziani. Solo pochi però conoscono l’Agenda 2030. Infatti, la percentuale di chi è informato “poco” e “per niente” si attesta al 77%, decisamente più alta di quella di chi si dichiara “abbastanza informato” (17%) e “molto informato” (5%). Il Festival rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) e si svolgerà nell’arco di 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno, durante i quali si terranno oltre 200 eventi (convegni, seminari, workshop, spettacoli, ecc.) per richiamare l’attenzione sia sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, sia su dimensioni trasversali che caratterizzano l’Agenda 2030, dall’educazione alla finanza per lo sviluppo sostenibile, dagli strumenti per il disegno e la valutazione delle politiche alle modifiche degli assetti istituzionali per favorire le politiche per lo sviluppo sostenibile.

Per il programma completo visitare il sito: www.festivalsvilupposostenibile.it