Abstract

L’Onu ormai lo ripete da anni: per salvare il Pianeta il tempo stringe. Così anche il volontariato ha accelerato la sua mobilitazione per difendere l’ambiente e investire sul benessere della Terra. Vero che nessuno, forse come il non profit, è stato impegnato finora in prima linea sul fronte ecologista con interventi mirati sul territorio e con attività di educazione, promozione e sostegno per la salvaguardia del patrimonio naturale e per la diffusione di buone prassi. Ma è altrettanto vero che negli ultimi anni si è registrata anche in Italia, come nel resto del mondo, un’ulteriore crescita delle attività del volontariato green, tanto sotto l’aspetto quantitativo quanto sotto quello qualitativo come raccontiamo in questo numero. Grazie agli spunti offerti e sollevati da esperti come Bernocchi, Casarini, Ciafani, Mascia, Mercalli, Pacilio, Realacci e Segrè possiamo meglio orientarci su perché e come occorre che il non profit e la cittadinanza attiva, così come la società civile in generale, si interroghino e provino a capire e trovare una risposta all’Sos della Terra. Proprio perché il volontariato vuole bene all’Italia, il nostro Paese a livello nazionale e locale dovrebbe imparare quanto prima a tutelarsi meglio, dando all’Ambiente il peso e i fondi che merita. Senza aspettare la prossima emergenza e senza più rinviare all’infinito un processo di sostenibilità che le nuove generazione meritano.

Sommario

L’analisi
Il nostro patrimonio verde difeso, curato e promosso da 180 mila angeli custodi

Passato&presente
Sessant’anni di battaglie. E ora tocca ai Millennials combattere per il Pianeta

L’anniversario
Accordo di Parigi, luci e ombre. L’energia pulita è a caro prezzo. E nessuno vuol pagare il conto

Ciafani
L’impatto zero non ha età. E le associazioni green e non condividano le competenze

Mercalli
Giovani, volontari e scienziati. È l’ora di una grande alleanza per un’agenda politica pro clima

Realacci
La nuova missione dell’Europa. Dall’agire “ego” all’agire “eco” per un’economia a misura d’uomo

La sfida
Nuovo obiettivo di Asvis. Lo sviluppo sostenibile entri nella Costituzione

Prospettive
Da San Francesco a Francesco. Un nuovo umanesimo ecologico per custodire la casa comune

Riflettori sull’economia
Serve una conversione ecologica per passare dalla competizione alla logica della cooperazione

Focus
Hi-tech, incentivi e non profit la triplice alleanza dal basso per sconfiggere i gas serra

Strategia
Creatività social o tradizionale da maneggiare con cura. Perché non c’è un Pianeta B

Rifiuti e criminalità
Cittadini siate sentinelle contro lo smaltimento illegale. Così si sconfigge l’ecomafia

Pacilio
Concorsi, creatività e premi. La nostra formula da 10 e lode. Così l’ecologia entra in classe

Virtù a tavola
Lotta allo spreco alimentare. Famiglie, occhio alla spesa buttati 450 euro l’anno di cibo

ESPERIENZE

Il bosco “vivo” di Legnaro
Spiritus Mundi, oltre la natura c’è di più. Piantare alberi per creare comunità

Qui Napoli a voi Italia
Let’s do it! e le 36 ore per la legalità. Cittadini contro le discariche abusive

Da Roma alla Puglia
Il tour dell’Appia in bici o a piedi. La sfida? Stop al cemento selvaggio

Comune da primato
Differenziata modello Maslianico Capitale del riciclo grazie ai volontari